News UE
 

News...News...Arriva il “ sì “ dalla Unione Europea alla compensazione concessa dall'Italia a Poste per l'adempimento dell'obbligo di servizio pubblico nel periodo 2020/2024.

E’ stato infatti sottolineato  che l'accesso ai servizi postali è essenziale per tutti i cittadini. La decisione consente a Poste italiane di continuare a fornire servizi postali di base su tutto il territorio italiano a prezzi accessibili, senza falsare indebitamente la concorrenza. In ottobre l'Italia aveva comunicato a Bruxelles l'intenzione di compensare Poste con 1,3 miliardi di euro per l'adempimento dell'obbligo di servizio postale universale, con una cifra massima annua di 262 milioni. Questo obbligo comprende la prestazione di servizi postali di base in tutto il paese a prezzi abbordabili e nel rispetto di requisiti minimi di qualità. La Ue ha esaminato la misura ai sensi delle norme sugli aiuti di stato relative alla compensazione degli obblighi di servizio pubblico. La compensazione concessa, costituisce solo parziale recupero del costo complessivo che Poste italiane sostiene per la fornitura del servizio universale, ha osservato il gruppo guidato dall'amministratore delegato Matteo Del Fante. Poste fornisce il servizio postale universale, nel rispetto di requisiti minimi di prezzo e di qualità, che comprende raccolta, trasporto, smistamento e distribuzione degli invii postali fino a 20 chilogrammi, servizi relativi agli invii raccomandati e assicurati e quelli legati alla posta massive.

 

Un po’ di info….. Nei giorni scorsi abbiamo avuto in Filiale a Bolzano un incontro con il Direttore di Filiale e Risorse Umane. Il Direttore  ci ha comunicato anche alcuni dati sul personale MP 2020 e 2021 che adesso provo a riassumere. Il personale presente in Mercato Provati nel 2020 corrispondeva a 313 unità, 7 in meno dell’anno precedente. Ci sono stati 11 pensionamenti, 6 dimissioni dal servizio e purtroppo 1 decesso. Dal punto di vista assunzioni ci sono state 7 assunzioni e 4 sportelizzazioni. Per quanto riguarda il 2021 chiaramente è troppo presto per avere i dati, ma sappiamo che ci saranno altre 14 assunzioni dall’esterno  sempre in MP e anche qualche part time (8) e 3   sportelizzazioni. Ci saranno  anche  diversi pensionamenti quindi il numero di entrate/uscite speriamo essere con saldo positivo. Per quanto riguarda PCL il dato uscite 2020 risulta essere di 30, ma ci sono state ben 42 stabilizzazioni. Abbiamo inoltre dichiarato di sollecitare il centro per la nuova riapertura degli uffici Pt chiusi, specialmente le 3 succursali di Bolzano che stanno creando sempre problemi di code e super lavoro per i colleghi sportellisti interessati. Per quanto riguarda le ferie, ho espresso al Direttore il modo e la mia contrarietà all’andamento delle ferie del mese di Dicembre, dichiarando di avere più dialogo con le persone per il modo che sono state invitate a prenotare le ferie arretrate, per non mettere in difficoltà l’ufficio. Sappiamo che le ferie per l’azienda sono un costo, ma alcune volte si possono portare all’anno dopo pur di  non  pesare sui colleghi in un mese critico come quello di Dicembre.

 

  Info.. Info...info…. Come già comunicato nel giornalino precedente, per chi lo ha letto, arriva anche in Provincia di Bolzano , dopo l’accordo firmato a Roma, la possibilità di effettuare  tamponi rapidi di tipo naso faringeo anche in Provincia di Bolzano utili ad intercettare  i casi di probabili positività. La prima  fase di test sarà effettuata nelle giornate del 28 e 29 gennaio 2021 e sarà su base volontaria solo per il personale di Bolzano città. Il test verrà svolto fuori dall’orario di lavoro e il collega dovrà prenotarsi dal responsabile Risorse Umane di Filiale. Arriverà circolare aziendale con i tempi e modi per poter aderire.

 

 Uffici Postali. Dietro forte sollecitazione del sindacato, oltre agli 410 uffici riaperti nazionali (4 per Bolzano) è stato raggiunto un ulteriore accordo per la riapertura di altri 260 uffici dal prossimo 15 febbraio.

IN PRIMO PIANO - dalle CATEGORIE